Getfiche

Getfiche

SCARICA BREWPLUS

Posted on Author Faemi Posted in Ufficio


    L'ultima versione del software la potete torvare sul repository di GitHub e scaricare la versione Di seguito una lista delle maggiori. getfiche.com › viewtopic. In questo forum si può discutere solo sullo sviluppo del progetto di "BrewPlus" Download B+ getfiche.com getfiche.com › brewplus › BrewPlus-IFDB › releases.

    Nome: brewplus
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 66.19 MB

    Penso che prima di riuscire a crearsi una propria ricetta, sia meglio fare un grande passo indietro e cercare di studiare e capire alcuni concetti fondamentali sulla produzione della birra purtroppo non vedo alternative, dato che ogni singolo aspetto è molto importante. Ogni enzima ha una diversa funzione e range di pH e di temperatura ottimale di attivazione. Nei libri leggerete che esistono un tot di enzimi utili alla birrificazione.

    Produce un mosto molto fermentabile, quindi porta a birre più alcoliche e con minor corpo. Dato che le temperature di questi ultimi due enzimi si sovrappongono, spesso viene fatto un unico step ad una temperatura intermedia.

    Intanto il software si scarica ovunque, basta scrivere su un motore di ricerca il nome ed esce tranquillamente. Una volta aperto il programma si aprirà una schermata, e andiamo a cliccare su File, Nuova.

    La pagina appena aperta è composta da 5 schede: Dati principali, lievito e fermentazione, mash design, quantità acqua, qualità acqua. Andiamo quindi per ordine e compiliamo i Dati principali.

    Per prima cosa inseriamo in alto a destra quanto mosto vogliamo nel fermentatore, quindi quanta birra stiamo producendo. Di solito io faccio 23 litri. Andiamo alla scheda Mash Design, e qui in base alla nostra ricetta andremo a stilare lo schema dei vari step di mash.

    Torniamo sul tab dati principali e dal menu grafico a destra selezioniamo stampa ricetta per portare su carta la nostra creazione. Se siamo alle prime armi con la birra artigianale, allora forse è meglio dare una sbirciatina alle ricette già collaudate.

    Cerchiamo sul menu orizzontale Apri ricetta , selezioniamo la birra che ci piace di più, ad esempio blanche.

    Alcuni consigli… Cliccando sulla settima icona del menu orizzontale possiamo accedere al ricettario presente sul sito Hobbybirra. Le birre sono divise per categoria in un ricco archivio. Le ultime tre icone del menu permettono inoltre di accedere a ricette internazionali.

    Occhio ai tempi! Occorre non essere avidi negli step dedicati al processo di Mash, poiché la composizione della birra sarà notevolmente influenzata da tale passaggio.

    Esperienze e nozioni da condividere

    In particolare è bene sapere che dai 50 ai 55 gradi Celsius si attua il processo di disgregazione delle proteine presenti in alcuni malti che deve durare al massimo 20 minuti. Dai 55 ai 65 gradi avviene il processo di saccarificazione e dura in media 60 minuti, mentre dai 65 ai 75 gradi si estraggono gli zuccheri non fermentabili. Infine, da 78 gradi in su per circa 10 minuti si distruggono enzimi ed altre sostanze astringenti.

    I malti base sono fondamentali, in quanto oltre a contenere gli enzimi utili per convertire i propri amidi, ne hanno anche in eccesso.

    I malti speciali, a seconda della tipologia, possono contenere gli enzimi strettamente necessari per convertire i propri amidi, o addirittura non contenerne affatto.

    Come si evince da questo paragrafo, quando si progetta una ricetta è importante prevedere una quantità di enzimi giusta per poter convertire tutti gli amidi dei malti. In particolare è necessario inserire una quantità di malti base, con enzimi in eccesso, tale da poter convertire anche tutti i malti che non ne contengono.

    Esistono già tante liste di malti con le relative proprietà online, trovo superfluo copiarne. La flocculazione indica la tendenza delle cellule di lievito ad aggregarsi tra loro formando conglomerati marroncini in cima al mosto. Condiziona in parte la limpidezza della birra finita. Il range di lavoro è indicato nella confezione, ma è importantissimo capire che farlo lavorare al limite basso o a quello alto produrrà due birre spesso completamente diverse tra loro.

    Risolvere Problemi Java (il software non si avvia)

    Una delle attrezzature più importanti per un impianto casalingo è un frigorifero con cavo riscaldante e termostato a comandare la temperatura solitamente STC o uno dei nuovi InkBird già cablati. Questo perchè è fondamentale far lavorare il lievito in condizioni favorevoli, soprattutto i ceppi più caratteristici belga e inglesi.

    Un ultimo fattore da considerare è che la fermentazione soprattutto nei primi giorni di tumultuosa è una reazione chimica che scalda parecchio, quindi se si prende la temperatura in ambiente e non nel mosto, si rischia di ottenere risultati del tutto diversi da quanto atteso.

    Ho registrato a volte sbalzi anche di 4 gradi tra dentro e fuori il fermentatore.


    Ultimi articoli