Getfiche

Getfiche

SCARICA MODELLO PRECOMPILATO 730

Posted on Author Mubei Posted in Rete


    Ti trovi in: Home · Schede informative e servizi · Dichiarazioni · / Modello e istruzioni. Menu della sezione / / Modello precompilato. Per chi viene predisposto. A partire dal 5 maggio, l'​Agenzia delle entrate mette a disposizione dei. Di seguito le indicazioni per accedere alla dichiarazione precompilata con le proprie credenziali. Per le informazioni di dettaglio cliccare sui box. Mappa che. dichiarazione Area dedicata interamente al modello Informazioni, novità, vantaggi e come se non bastasse anche un servizio di assistenza fiscale​.

    Nome: modello precompilato 730
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 58.43 Megabytes

    QUADRO E - Oneri e spese Comunicazioni oneri deducibili e detraibili, dichiarazione dei redditi dell'anno precedente e Certificazione Unica QUADRO F - Acconti, ritenute, eccedenze e altri dati Certificazione Unica, dichiarazione dei redditi dell'anno precedente e pagamenti e compensazioni con F24 QUADRO G - Crediti d'imposta Dichiarazione dei redditi dell'anno precedente e compensazioni con F24 e Certificazione Unica Come si accede al precompilato Il modello precompilato viene messo a disposizione del contribuente, a partire dal 5 maggio, in un'apposita sezione del sito internet dell'Agenzia delle entrate www.

    Nella sezione del sito internet dedicata al precompilato è possibile visualizzare: il modello precompilato; un prospetto con l'indicazione sintetica dei redditi e delle spese presenti nel precompilato e delle principali fonti utilizzate per l'ela-borazione della dichiarazione ad esempio i dati del sostituto che ha inviato la Certificazione Unica oppure i dati della banca che ha co-municato gli interessi passivi sul mutuo.

    Se le informazioni in possesso dell'Agenzia delle entrate risultano incomplete, queste non vengono inserite direttamente nella dichiarazione ma sono esposte nell'apposito prospetto per consentire al contribuente di verificarle ed eventualmente indicarle nel precompilato. Nello stesso prospetto sono evidenziate anche le informazioni che risultano incongruenti e che quindi richiedono una verifica da parte del contribuente.

    L'esito della liquidazione non è disponibile se manca un elemento essenziale, quale, ad esempio, la destinazione d'uso di un immobile.

    Come si presenta Presentazione diretta Se il contribuente intende presentare il precompilato direttamente tramite il sito internet dell'Agenzia delle entrate deve: indicare i dati del sostituto d'imposta che effettuerà il conguaglio; compilare la scheda per la scelta della destinazione dell'8, del 5 e del 2 per mille dell'Irpef, anche se non esprime alcuna scelta; verificare con attenzione che i dati presenti nel precompilato siano corretti e completi.

    Se, invece, alcuni dati del precompilato risultano non corretti o incompleti, il contribuente è tenuto a modificare o integrare il modello , ad esempio per aggiungere un reddito non presente.

    In questi casi vengono elaborati e messi a disposizione del contribuente un nuovo modello e un nuovo modello con i risultati della liquidazione effettuata in seguito alle modifiche operate dal contribuente.

    A seguito della trasmissione della dichiarazione, nella stessa sezione del sito internet viene messa a disposizione del contribuente la ricevuta di avvenuta presentazione. Se, dopo aver effettuato l'invio del precompilato, il contribuente si accorge di aver commesso degli errori, le rettifiche devono essere effettuate con le modalità descritte nel paragrafo "Rettifica del modello ".

    Il contribuente deve consegnare al sostituto d'imposta, al Caf o al professionista un'apposita delega per l'accesso al proprio modello precompilato. Presentazione al sostituto d'imposta Chi presenta la dichiarazione al proprio sostituto d'imposta deve consegnare, oltre alla delega per l'accesso al modello precompilato, il modello , in busta chiusa.

    Il modello riporta la scelta per destinare l'8, il 5 e il 2 per mille dell'Irpef. Il contribuente deve consegnare la scheda anche se non esprime alcuna scelta, indicando il codice fiscale e i dati anagrafici.

    In caso di dichiarazione in forma congiunta le schede per destinare l'8, il 5 e il 2 per mille dell'Irpef sono inserite dai coniugi in due distinte buste.

    Su ciascuna busta vanno riportati i dati del coniuge che esprime la scelta.

    Si consiglia di controllare attentamente la copia della dichiarazione e il prospetto di liquidazione ela- borati dal sostituto d'imposta per riscontrare eventuali errori. Presentazione al Caf o al professionista abilitato Chi si rivolge a un Caf o a un professionista abilitato deve consegnare oltre alla delega per l'accesso al modello precompilato, il modello , in busta chiusa.

    Abbonati a 1€ per un mese

    I principali documenti da esibire sono: la Certificazione Unica e le altre certificazioni che documentano le ritenute; gli scontrini, le ricevute, le fatture e le quietanze che provano le spese sostenute. In un primo momento, con il D.

    Leggi anche Modello con presentazione al 30 settembre già dal E tra queste, sicuramente quella più significativa riguarda il calendario di presentazione che, quindi, risulta molto più esteso rispetto al passato si passa dalla data ultima di presentazione del 23 luglio al nuovo termine del 30 settembre. Successivamente, con il decreto Liquidità D.

    Essendo entrati, ormai, nel vivo della campagna dichiarativa, proviamo ad analizzare nel dettaglio queste novità. Il nuovo calendario Partiamo proprio dalle nuove date.


    Ultimi articoli