Getfiche

Getfiche

SCARICA INNO FOLGORE

Posted on Author Akinozuru Posted in Rete


    Folgore: Canti ed inni dei paracadutisti Come folgore dal cielo. Folgore: Canti ed inni dei paracadutisti Paracadutista tu. Folgore: Canti ed inni dei. testo Paracadutista tu testo >>. testo Se tu credi nel destin testo >>. testo Con la morte paro a paro testo >>. testo Preghiera del paracadutista testo >>. testo Inno . Folgore canti ed inni dei paracadutisti, an album by Coro Della Folgore on Spotify. “Se non ci conoscete noi siamo i paraca' del V d'assalto”. Il video con l'inno intonato da un gruppo di militari si trova su YouTube e sta girando.

    Nome: inno folgore
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 52.46 MB

    In Inno di Mameli Suoneria Inmo applicazione per Android troverete inno nazionale italiano suoneria i suonerie inno nazionale per tutti i paesi del mondo!

    E' passato alla storia come il prototipo del poeta romantico combattente per la libertà della patria. In questa applicazione è possibile ascoltare inno nazionale gratis e scaricare inno nazionale come suonerie gratis. Inno nazionale della Repubblica italiana dal In questo app mobile è possibile ascoltare inno nazionale gratis, c' è anche. Categorie Inni Gratis.

    Viva il Duce sempre! FAntaztico duce io non credevo ma poi o visto e o cApito tornA con noi non ti tradiremo come anno fatto loro. Per quello di Teramo che da delle merde ai comunisti: Merda sarà lui.

    E comunque bellissima canzone, come tutte le canzoni fasciste. Ho 14 anni e sono convinto che un giorno il fascismo verrà di nuovo al potere. Speriamo di un Europa fascista. Insieme daneggiamo la democratia in tutto il mondo. Mi piacciono le canzoni del ventennio, allora bastavano a rincoglionire la gente e a farla andare al macello.

    Dovreste leggere le traduzioni dei canti russi comunisti, stessa retorica. Oggi ci pensano i moderni ducetti con Facebook e Twitter. La cosa più bella di tutto il fascismo è stata piazzale loreto. Maiali e scrofe a testa in giù I fatti della storia, a breve o a lungo termine si ripetono, pertanto Il nuovo DUCE prima o poi ritornerà. Canzoni Negozio Biografie Libro ospiti Links. Menare R.

    DVCE — a noi! Bagnando il basco in una pozza di sangue si fece il simbolo di tutti noi parà il sacrificio dei nostri caduti fu sempre lotta a viltà e disonor, il vento di morte, il freddo terror quando ci sfida è allor che splende nel cuor il nostro coraggio, il nostro valor noi siam parà in lotta per la civilità. All'apparire del tuo fiore in volo il ciel si oscura e si inizia a lottar siam volontari siam le truppe scelte noi siam votati a sapere di morir.

    Allor sappiam che andremo a morir tra indifferenza e senza un pianto per noi non conosciamo paura o timor, ma morirem con rabbia in cuor per l'onor. Il vento di morte, il freddo terror quando ci splende è allor che splende nel cuor il nostro coraggio il nostro valor noi siam parà in lotta per la civilità.

    Guardiam su nel ciel il segno giungerà gli arditi incursori dal ciel discenderan; per l'ultima battaglia la terra tremerà la danza della morte i cuori temprerà! Arditi incursori del Nono Battaglion mastini della guerra il tamburo suonerà Sempre in avanti i ranghi serrerem e questo mondo marcio domani crollerà sarà la nostra marcia che il suoi calpesterà sarà il nostro sangue che ci riscatterà!

    Alla nostra terra fedeli resterem per noi la nuova Europa in piedi risorgerà risorgerà l'Europa, risorgerà con noi il grido di battaglia dai petti salirà!

    Cantiamo in cor una canzon, del guerriero parà lo spirito in fiore ci esorta a lottar. Per te nostra amata Italia, vermiglio sangue verserem, vicino è il momento in cui barbarie lotterem. Mostrare vogliamo al mondo che nelle rovine in piedi sarem!

    La morte ormai paur non fa,và a letto col parà; col sol che splende nel cuor,l'onor difenderà. Paraca nostro camerata,nel cielo sei andato a morir, sul volto avevi un sorriso,in eterno vivrai con noi. In faccia al mondo noi gridiam:Onore e Fedeltà. E siamo fieri di esser qui, puri e duri a morir. Siam volontari paracadutisti veniamo da ogni region, lottando da Oslo a Corfù, faremo l'Europa nazion!

    Baschi rossi e fregi d'oro sguardo limpido e sereno siamo arditi paracadutisti e dal cielo ci lanciamo. Con il mitra tra le mani col pugnale in mezzo ai denti sul nemico arditi ci lanciamo non ci trema il cuor davvero! Quando il compito è più duro mai esitiam,mai ci arrendiam quando il cielo si fà più scuro allora noi cantiamo Là sul nemico che ci accoglie col suo fuoco distruttor là sul nemico dove romba la mitraglia ed il cannon.

    Il nostro fregio sarà sarà quello che su tutti trionferà e una voce ci dirà che siam siam forti,coraggiosi,paracadutisti siam. Siam i paracadutisti la colonna del valore siam votati agli imprevisti de la Patria per l'onor Senza musica e fanfara solo al rombo del motor con le Parche siamo in gara ma non trema in petto il cor. Le mete più agognate Presto raggiungeremo Com'aquile librate Noi vi discenderem e folgori saremo contro i nemici allor e ovunque innalzeremo il sacro tricolor.

    Noi temprati alla fucina Della vita militare Nostra ferrea disciplina Non potrà mai vacillar De la Patria per la gloria Stretti siamo nel dover D'impalmare la Vittoria o sul campo rimaner.

    La civiltà della Folgore … si evince dal loro inno

    I nostri volti esultano Nell'ansia di obbedir Le nostre labbra giurano O vincere o morir. Corpi antichi lanciati, squali di vento veloci frenati da seta o da morte. Ossa d'aria-teschi di ferro dimenticati protagonisti del tempo. A lla nostra marcia fate largo voi popoli siamo stati consacrati all'agire viril; se anche siamo soli le nostre schiere vanno attraverso il nemico sanguinante ormai; lo sguardo in avanti, serrato abbiamo i denti rimbomba la strada il nostro passo sonor!

    O sogno di bellezza non devi invecchiare i nuovi cavalieri nasceranno: son Parà! Eterno, Immenso Dio che creasti gli infiniti spazi e ne misurasti le misteriose profondità, guarda benigno a noi, Paracadutisti d'Italia, che nell' adempimento del dovere balzando dai nostri apparecchi, ci lanciamo nelle vastità dei cieli. Manda l' Arcangelo S.

    Michele a nostro custode; guida e proteggi l'ardimentoso volo. Come nebbia al Sole, davanti a noi siano dissipati i nostri nemici.

    Candida come la seta del paracadute sia sempre la nostra fede e indomito il coraggio. La nostra giovane vita è tua o Signore! Se è scritto che cadiamo, sia! Ma da ogni goccia del nostro sangue sorgano gagliardi figli e fratelli innumeri, orgogliosi del nostro passato, sempre degni del nostro immancabile avvenire. Benedici, o Signore, la nostra Patria, le Famiglie, i nostri Cari!

    Per loro, nell'alba e nel tramonto, sempre la nostra vita! E per noi, o Signore, il Tuo glorificante sorriso. S ono morto nel Katanga, venivo da Lucera, avevo quarant'anni e la camicia nera.

    Scaricare inno nazionale

    Di me la gente dice che sono un mercenario soltanto per bottino soltanto per denaro. Ma adesso che son steso guardate nel mio sacco, ci troverete un mitra e un'oncia di tabacco. Invano cercherete soldi nel tascapane, li ho spesi proprio tutti insieme alle puttane. Amavo una ragazza di razza Congolese ma l'ho perduta ai dadi con Jimmi l'Irlandese. Se io fossi rimasto a casa là nella mia Lucera avrei la moglie grassa, i figli e la pancera.

    Avrei la moglie grassa le rate, la seicento, mutua, televisione panciotto, doppiomento. Invece sono andato in giro per il mondo adesso sto crepando quaggiù nel basso Congo. Salvai monache e frati dal rogo del ribelle ma il Papa se ne frega se brucia la mia pelleLa mia pelle brucia in questo letamaio, ma l'ONU se ne frega perchè son mercenario. I fuochi sono spenti ormai scende la notte, addio verdi colline, addio dolci mignotte.

    Addio dolci bambine coi fiori tra i capelli, ragazze senza nome lasciate nei bordelli. Coi nostri baschi rossi ho fatto una bandiera, portatela agli amici che invecchiano a Lucera. Viva la morte mia viva la gioventù viva la morte mia viva la gioventù.

    Album Folgore Canti Ed Inni Dei Paracadutisti, Coro Della Folgore

    Se non ci conoscete guardateci dall'atto Noi siam i paraca del battaglion d'assalto Bombe a man e carezze col pugnal. Se non ci conoscte guardateci sul viso Veniamo dall'inferno e andiamo in paradiso Bombe a man e carezze col pugnal.

    La notte più lun Michael Connelly. I leoni di Sicil Stefania Auci. Il coltello Jo Nesbo. Zero Il Folle Renato Zero. Tradizione e Tra Testa o Croce Modà. Rocketman Dexter Fletcher.

    Pets 2 - Vita da Chris Renaud. Fifa 20 Legacy E Electronic Arts. Star Wars Jedi Peluche Thorin El Dorado. Agenda giornalie


    Ultimi articoli