Getfiche

Getfiche

SCARICA DOCUMENTO DA STUDOCU

Posted on Author Dotilar Posted in Libri


    Contents
  1. Come fare un Upload corretto su StuDocu
  2. Come rimuovere facilmente la filigrana da documenti PDF
  3. Migliori strumenti gratuiti per la rimozione di filigrana da PDF
  4. Controllare la formattazione quando si incolla il testo

In alternativa, cliccate sul bottone blu “Cerca tra i miei documenti” per selezionare i file desiderati direttamente da una cartella. Upload StuDocu. purtroppo non si può scaricare il sito utilizza flash player e javascript per caricare e visualizzare i documenti nella pagina, in modo che gli utenti non possano. StuDocu è stata fondata nel da quattro studenti nei Paesi Bassi e poter scaricare i documenti di cui necessitano devono caricarne altri. Ma qualcuno sa dirmi perchè non riesco più a scaricare appunti? ogni volta che clicco su vuole che io guadagni punti download.. come faccio a scaricare i documenti??? Come funziona x i punti da guadagnare x poi scaricare appunti??

Nome: documento da studocu
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 39.80 MB

Stavolta vediamo qualcosa di utile per tutti: ti è mai capitato di avere tra le mani un file pdf ma di non riuscire a copiarne il contenuto su word notepad o qualsiasi altro editor di testo perchè facendo il copia-incolla il risultato era un insieme di simboli incomprensibili? Questo succede perchè il file pdf è stato criptato per impedirne la copiatura magari senza la necessità di inserire una password per sbloccare il contenuto.

Il metodo gratuito per copiare il contenuto dei file pdf in formato testo Chiedendo a vari amici e cercando su web ho trovato diverse soluzioni per cercare di risolvere questo problema, ma nessun metodo gratuito ovviamente che ho visto è riuscito a permettermi di sbloccare il mio file pdf.

Nel mio caso specifico il file pdf non era protetto da password, era tranquillamente consultabile ma non si poteva copiare proprio nulla. O meglio potevo copiare, ma il risultato era la serie di caratteri codificati.

Ci tengo a precisare che comunque i metodi e programmi che ho trovato in altri blog o siti vari al momento non funzionavano, ma molto probabilmente qualche tempo fa risolvevano il problema.

Scopri come aggirare il blocco nella seguente guida. Durante la navigazione sul Web potreste imbattervi in un sito che, per impedire che qualcuno possa estrapolare del testo, impedisce a livello di codice l'utilizzo del tasto destro all'interno della pagina. Con questo stratagemma applicato tramite Javascript nella maggior parte dei casi il sito si "tutela" impedendo che qualcuno possa semplicemente selezionare il testo e copiare il tutto, consendendo comunque la navigazione normale nel sito.

Come fare un Upload corretto su StuDocu

Questo tipo di limitazione potrebbe essere applicata anche ad un documento online di qualsiasi tipo doc, PDF etc. Se il documento o il sito in cui il tasto destro non è utilizzabile è di vitale importanza per il nostro lavoro o studio, qui di seguito troveremo tutti i migliori metodi per superare l'ostacolo ed ottenere il testo da copiare anche in presenza del blocco.

Questo metodo è semplice, ma alcuni siti potrebbero bloccare anche questa funzionalità lo sviluppatore potrebbe essere più furbo di voi! Per stampare una pagina Web o un documento online con il blocco del tasto destro è sufficiente premere sul tasto Stampa, presente su tutti i moderni browser Web possiamo trovarlo nel menu delle impostazioni. La diffusione di immagini personali e' consentita quando la persona interessata ha espresso il proprio consenso o e' necessaria per la salvaguardia della vita o dell'incolumita' fisica o e' giustificata da necessita' di giustizia o di polizia; essa e' comunque effettuata con modalita' tali da non recare pregiudizio alla dignita' della persona.

Il Garante e' informato delle direttive generali adottate in ambito nazionale sulla diffusione dei dati o delle immagini personali. La comunicazione e la diffusione dei dati personali nei casi previsti dagli articoli 12, 13 e 14 sono effettuate previa verifica della loro esattezza, aggiornamento e completezza. Gli organi, uffici e comandi di polizia, nel caso in cui verificano che i dati personali oggetto di comunicazione ai sensi degli articoli 12 e 13 sono inesatti o non aggiornati o incompleti, provvedono a rettificarli e, ove possibile e necessario, ad aggiornarli e completarli.

Le operazioni di cui al precedente periodo sono portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, dei destinatari della comunicazione.

Gli organi, uffici e comandi di polizia, nel caso in cui verificano che i dati personali oggetto di diffusione ai sensi dell'articolo 14 sono inesatti o non aggiornati o incompleti, provvedono a rettificarli e, ove possibile e necessario, ad aggiornarli e completarli. Le operazioni di cui al precedente periodo sono portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati diffusi, salvo che tale adempimento risulti impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

Come rimuovere facilmente la filigrana da documenti PDF

In ogni caso, il dato personale rettificato, aggiornato o completato e' diffuso nella stessa forma con la quale e' stato diffuso il dato inesatto, non aggiornato o incompleto. Capo IV Trattamento dei dati nell'ambito dell'attività di cooperazione internazionale di polizia Art. Lo scambio di dati e informazioni personali con le autorita' competenti degli Stati membri dell'Unione europea e con gli organismi dell'Unione europea e' consentito, nell'ambito delle attivita' di cooperazione internazionale di polizia, esclusivamente nei casi, alle condizioni e con le modalita' stabilite da disposizioni di legge o di regolamento o da atti normativi dell'Unione europea.

Sono fatti salvi gli accordi o le intese in materia di cooperazione internazionale di polizia sottoscritti e resi esecutivi con Stati membri dell'Unione europea o con organismi dell'Unione europea, qualora non in contrasto con gli atti normativi interni o dell'Unione europea.

L'elenco degli accordi e delle intese di cui al comma 2 e' comunicato dal competente Dipartimento del Ministero dell'interno al Garante entro sessanta giorni dall'entrata in vigore del presente regolamento e successivamente aggiornato.

La comunicazione di dati personali alle autorita' competenti degli Stati terzi o ad organismi ed organizzazioni internazionali e' consentita, nell'ambito delle attivita' di cooperazione internazionale di polizia, in conformita' agli accordi o alle intese sottoscritti e resi esecutivi con tali Stati o con organismi e organizzazioni internazionali, qualora non in contrasto con atti normativi interni o dell'Unione europea.

La comunicazione di dati personali alle autorita' competenti degli Stati terzi o ad organismi e organizzazioni internazionali e' comunque consentita quando e' necessaria per evitare un pericolo grave e imminente alla sicurezza pubblica di uno Stato membro o di un Paese terzo, o agli interessi essenziali di uno Stato membro, o per la salvaguardia della vita e dell'incolumita' fisica di un terzo. La comunicazione di dati personali puo' essere effettuata in modalita' automatizzata, o secondo i canali di comunicazione codificati a livello internazionale, assicurando l'adozione di misure appropriate, compresa la cifratura, per garantire la riservatezza e l'integrita' dei dati trasmessi.

Le comunicazioni di dati personali effettuate ai sensi del presente articolo dagli operatori abilitati sono registrate in appositi file di log, non modificabili che sono conservati per 5 anni dall'accesso o dall'operazione. Sono fatti salvi i diversi termini di conservazione previsti dagli accordi o dalle intese di cui al comma 1.

Migliori strumenti gratuiti per la rimozione di filigrana da PDF

Gli accessi ai file di log di cui al comma 4 sono consentiti ai soli fini della verifica della liceita' del trattamento, del controllo interno, per garantire l'integrita' e la sicurezza dei dati personali e nell'ambito del procedimento penale. La comunicazione dei dati personali nei casi previsti dall'articolo 17 e' effettuata previa verifica della loro esattezza, aggiornamento e completezza. L'organo, ufficio o comando di polizia, nel caso in cui verifica che i dati personali trasmessi ad un'autorita' competente di uno Stato terzo o ad un organismo o organizzazione internazionale sono inesatti o non aggiornati o incompleti, provvede ad informare senza ritardo il destinatario della comunicazione.

I dati personali sono rettificati se inesatti e, ove possibile e necessario, aggiornati e completati. L'organo, ufficio o comando di polizia, nel caso in cui ha motivo di ritenere che i dati personali ricevuti da un'autorita' competente di uno Stato terzo o da un organismo o organizzazione internazionale sono inesatti, o non aggiornati o incompleti, provvede ad informare, con le modalita' di cui all'articolo 17, comma 3, l'autorita' competente dello Stato terzo o l'organismo o organizzazione internazionale che ha comunicato i medesimi dati personali.

Se i dati personali sono stati trasmessi senza essere stati richiesti, l'organo, ufficio o comando di polizia ricevente valuta immediatamente se tali dati sono necessari per lo scopo per il quale sono stati trasmessi.

L'organo, ufficio o comando di polizia, cancella i dati personali che non avrebbero dovuto essere ricevuti. L'organo, ufficio o comando di polizia, cancella o rende anonimi i dati personali lecitamente ricevuti: a nel caso in cui essi non sono o non sono piu' necessari per le finalita' per cui sono stati trasmessi; b al termine del periodo massimo di conservazione indicato dall'autorita' competente dello Stato terzo o dall'organismo o organizzazione internazionale.

Non si fa luogo alla cancellazione nel caso in cui, alla scadenza del predetto periodo massimo di conservazione, i dati personali sono necessari per lo svolgimento di specifiche attivita' informative o di indagine finalizzate alla prevenzione e repressione di reati.

In nessun caso i dati sono conservati oltre i termini di conservazione di cui all'articolo L'organo, ufficio o comando di polizia procede al blocco dei dati personali ricevuti quando vi sono motivi per ritenere che la cancellazione degli stessi pregiudicherebbe un legittimo interesse della persona interessata ai sensi delle vigenti disposizioni di legge.

Controllare la formattazione quando si incolla il testo

I dati bloccati possono essere utilizzati o trasmessi per le sole finalita' che ne hanno impedito la cancellazione. I dati personali trasmessi dalle autorita' competenti degli Stati terzi o da organismi o organizzazioni internazionali sono trattati esclusivamente per le finalita' per le quali sono stati trasmessi ovvero, previa acquisizione del parere delle predette autorita', o organismi e organizzazioni internazionali, per le diverse finalita' previste da disposizioni di legge o di regolamento, da atti normativi dell'Unione europea o dal diritto internazionale.

L'organo, ufficio o comando di polizia ricevente assicura il rispetto delle limitazioni al trattamento dei dati personali comunicate dall'autorita' competente dello Stato terzo o dall'organismo o organizzazione internazionale che li ha trasmessi.

Sono fatte salve le deroghe previste da disposizioni di legge, da atti normativi dell'Unione europea o dal diritto internazionale.

Il trasferimento dei dati personali trasmessi dalle autorita' competenti degli Stati terzi o da organismi e organizzazioni internazionali ad autorita' competenti degli Stati membri dell'Unione europea o di altri Stati terzi o ad organismi dell'Unione europea o ad altri organismi e organizzazioni internazionali e' consentito esclusivamente nei casi previsti da disposizioni di legge o di regolamento, da atti normativi dell'Unione europea o dal diritto internazionale.

La trasmissione di dati personali ricevuti dalle autorita' competenti degli Stati terzi o da organismi e organizzazioni internazionali a privati e' consentito esclusivamente nei casi previsti da disposizioni di legge o di regolamento, da atti normativi dell'Unione europea o dal diritto internazionale. Capo V Trattamento dei dati attraverso sistemi di videosorveglianza e di ripresa fotografica, audio e video Art. L'utilizzo di sistemi di videosorveglianza e' consentito ove necessario per le finalita' di polizia di cui all'articolo 3 e a condizione che non comporti un'ingerenza ingiustificata nei diritti e nelle liberta' fondamentali delle persone interessate.

Gli organi, uffici e comandi di polizia, nel rispetto dei principi richiamati dagli articoli 4, 5 e 6, raccolgono solo i dati strettamente necessari per il raggiungimento delle finalita' di cui all'articolo 3, registrando esclusivamente le immagini indispensabili. L'utilizzo di sistemi di ripresa fotografica, video e audio per le finalita' di polizia di cui all'articolo 3, e' consentito ove necessario per documentare: una specifica attivita' preventiva o repressiva di fatti di reato, situazioni dalle quali possano derivare minacce per l'ordine e la sicurezza pubblica o un pericolo per la vita e l'incolumita' dell'operatore, o specifiche attivita' poste in essere durante il servizio che siano espressione di poteri autoritativi degli organi, uffici e comandi di polizia.

Gli organi, uffici e comandi di polizia, nel rispetto dei principi richiamati dagli articoli 4, 5 e 6, raccolgono solo i dati strettamente necessari per il raggiungimento delle finalita' di polizia di cui all'articolo 3, registrando quelli indispensabili. Il trattamento di dati personali raccolti tramite aeromobili a pilotaggio remoto, in considerazione della loro potenziale invasivita', e' ricompreso tra quelli che presentano rischi specifici di cui all'articolo 6.

L'utilizzo di sistemi di ripresa fotografica, video e audio, installati su aeromobili a pilotaggio remoto, e' autorizzato al livello gerarchico non inferiore a quello di capo ufficio o comandante di reparto.

I sistemi informativi e i programmi informatici destinati alla registrazione e alla conservazione dei dati personali raccolti attraverso sistemi di videosorveglianza e di ripresa fotografica, audio e video, sono configurati, in conformita' al criterio di necessita' del trattamento dei dati personali di cui all'articolo 5, in modo da ridurre al minimo l'utilizzazione di dati relativi a persone identificabili.

Sono adottati diversificati livelli di visibilita' e di trattamento delle immagini da parte degli incaricati del trattamento i quali sono autorizzati, attraverso il rilascio di credenziali di autenticazione, a compiere le sole operazioni di trattamento correlate ai compiti assegnati.

Sono adottate specifiche misure di sicurezza contro i rischi di accesso abusivo di cui all'articolo ter del codice penale nei confronti degli apparati di ripresa digitale utilizzati ai fini della registrazione delle immagini qualora connessi a reti informatiche. Gli accessi e le operazioni, effettuati dagli operatori abilitati in relazione ai sistemi informativi di cui al comma 1, sono registrati in appositi file di log, non modificabili, che sono conservati per cinque anni dall'accesso o dall'operazione.

Ai trattamenti di dati personali che implicano maggiori rischi di un danno alla persona interessata in ragione della natura dei dati, delle modalita' del trattamento o degli effetti che esso puo' determinare, si applica la disposizione di cui all'articolo 6, comma 1. Capo VI Sicurezza dei dati e dei sistemi Art.

Il titolare o il responsabile del trattamento dei dati personali assicurano l'adozione di misure di sicurezza preventive, individuate anche in relazione al progresso tecnologico, alla natura dei dati e alle caratteristiche del singolo trattamento, idonee a ridurre al minimo i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalita' di cui all'articolo 3 ed a garantirne, nel contempo, un'agevole fruibilita'.

Fermo restando quanto previsto dal comma 1, o da speciali disposizioni, il titolare o il responsabile del trattamento assicurano l'adozione delle misure minime di sicurezza previste dagli articoli 33, 34 e 35 del Codice e dal disciplinare tecnico di cui al relativo allegato B con riferimento ai trattamenti automatizzati o non automatizzati di dati personali. La persona interessata puo' chiedere all'organo, ufficio o comando di polizia titolare del trattamento la conferma dell'esistenza di dati personali che la riguardano, la loro comunicazione in forma intelligibile e, se i dati sono trattati in violazione di vigenti disposizioni di legge o di regolamento, il loro aggiornamento, rettifica, cancellazione, blocco o trasformazione in forma anonima.

L'istanza e' sottoscritta dalla persona interessata in presenza dell'operatore addetto dell'organo, ufficio o comando di polizia, ovvero sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identita'. L'istanza puo' essere presentata anche per via telematica con le modalita' di cui all'articolo 65, comma 1, del decreto legislativo 7 marzo , n.

Il soggetto che agisce per conto della persona interessata esibisce o allega copia della procura ovvero della delega conferita con le modalita' di cui ai commi 2 e 3. Esperiti i necessari accertamenti, l'organo, ufficio o comando di polizia, entro trenta giorni dalla ricezione della richiesta, comunica alla persona interessata le determinazioni assunte.

L'organo, ufficio o comando di polizia puo' omettere di provvedere in merito alla richiesta di cui al comma 1, dandone informazione al Garante, se cio' puo' pregiudicare azioni o operazioni a tutela dell'ordine o della sicurezza pubblica o di prevenzione e repressione dei reati o la sicurezza dello Stato, la persona interessata o i diritti e le liberta' di terzi. Chiunque viene a conoscenza dell'esistenza di dati personali che lo riguardano, trattati da organi, uffici o comandi di polizia in violazione di disposizioni di legge o di regolamento, puo' chiedere al tribunale del luogo ove risiede il titolare del trattamento di compiere gli accertamenti necessari e di ordinare l'aggiornamento, la rettifica, l'integrazione, la cancellazione, il blocco o la trasformazione in forma anonima dei dati medesimi.

Si applica la disposizione di cui all'articolo , comma 1-bis, del Codice. L'organo, ufficio o comando di polizia, qualora abbia notizia della controversia instaurata innanzi all'autorita' giudiziaria di cui al comma 1, dispone l'immediata verifica dei dati e delle informazioni di cui la persona interessata affermi l'erroneita', l'incompletezza e l'illegittima raccolta, ai fini dell'eventuale aggiornamento, rettifica, integrazione, cancellazione, blocco o trasformazione in forma anonima degli stessi.

L'esito dell'accertamento e' comunicato all'autorita' giudiziaria.


Ultimi articoli